Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

mercoledì 28 gennaio 2015

Gamberoni al melone con perle di campari

gamberi al melone con perle di campari

"La cosa più grande che tu possa imparare è amare e lasciarti amare." Christian (Ewan Mc Gregor) a Satine (Nicole Kidman) nel film Moulin Rouge, 2001





     Un antipasto perfetto per una cena di S. Valentino... abbastanza rosso, abbastanza particolare, abbastanza sensuale.  Grande nella sua semplicità. E ottimo per sedurre anche il più recalcitrante cuore di pietra grazie alle sue perle al gusto di bitter campari.

INGREDIENTI:

per due persone

  • 4 o 5 gamberoni a testa
  • una fetta di melone verde o giallo
  • una manciata di insalata croccante
  • 1 bicchiere di bitter campari
  • 1/2 bicchiere di succo d'arancia spremuto
  • 3 fogli di gelatina
  • dell'olio di semi
  • olio evo, sale e pepe q.b.
abbinamento vino
  • prosecco di Valdobbiadene 

PROCEDIMENTO:



1° step: le perle di campari


     Si possono preparare anche il giorno prima. Il procedimento è spiegato bene qui dove spiego come fare il caviale d'arancia ma per sintetizzare i passi sono questi:


  1. lascio per una decina di minuti i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda
  2. metto in freezer una ciotolina con dell'olio di semi perché deve diventare gelido
  3. spremo mezza arancia e la metto in un pentolino a scaldarla.
  4. appena calda, non c'è bisogno di bollitura, spengo, strizzo la gelatina dall'acqua in eccesso e la mescolo al succo d'arancia molto bene.
  5. aggiungo il campari. E mescolo ancora molto bene.
  6. adesso aspettiamo che il composto si intiepidisca, deve diventare quasi freddo, e che l'olio si geli bene.
  7. una volta pronto con una siringa aspiriamo il liquido ormai freddo, e lo spruzziamo nella ciotola di olio gelato. Il freddo farà rapprendere la gelatina, la viscosità dell'olio la arrotonderà. La misura delle perle sarà a nostra discrezione.
  8. lasceremo poi le perle nell'olio in frigo fino al momento di servircene, non dovremo fare altro che scolarle sotto acqua corrente ben fredda e usarle come ci aggrada.

2° step: i gamberoni

     Vanno semplicemente sgusciati per poterli mangiare più agevolmente e saltati pochi minuti in una padellina con un velo d'olio. Starà ottimamente una spruzzata finale a fuoco vivissimo di brandy o cognac.


3° step: componiamo il piatto

     Ecco fatto! Prendiamo quindi la nostra insalatina croccante e ne mettiamo una manciata nel piatto, sistemiamo bene i gamberoni, qualche cubetto di melone che avremo tagliato precedentemente e condito con olio e sale, e per finire le perle di campari. Una spruzzatina di profumato basilico completerà l'opera.


01-gamberi al melone con perle di campari

02-gamberi al melone con perle di campari

Nessun commento:

Posta un commento