Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

giovedì 16 gennaio 2014

Tris di formaggi con caviale d'arancia e insalata di finocchi

Tris di formaggi con caviale d'arancia e insalata di finocchi


Tris di formaggi con caviale d'arancia e insalata di finocchi

"Terrò il vino in fresco..." . "E tutto il resto in caldo!" Dal film Agente 007 - l'uomo dalla pistola d'oro - Mary Goodnight (Britt Ekland) dando appuntamento a James Bond (Roger Moore)


     Vino in fresco e piatto caldo! Io ho un rapporto di amore intenso coi formaggi, mi piacciono anche solo presi così, a morsi, in un panino, mangiati solo per il gusto di mangiarli, e ogni tanto ho i miei momento di serendipity (serendipity: il dono di fare per caso scoperte piacevoli) e stavo rimuginandomi su come e cosa servire. Avevo troppa voglia di una serata a base di formaggi. Pensa che ti ripensa, sono approdato a questo.


  •      FORMAGGIO CONDITO: ho fatto innanzitutto il mio formaggio condito, è una cosa che faccio ormai da anni, anche solo per me quando sono sola e ho voglia di sfizi veloci da preparare. Alle volte mi faccio i cubettini con un formaggio morbido che ho in casa, olio e pepe e via. Ho condito così anche la crescenza una volta.
Asiago condito


  • CROMESQUIS DI ROQUEFORT: già fatti in precedenza e trovati strepitosi. Dal sapore molto forte, ma bastano delle bollicine per stemperare il tutto. Un ottimo prosecco pulisce la bocca e prepara il palato e l'animo a continuare. Ma addentare queste polpettine e sentire il "crac" dell'impanatura e poi il morbido del formaggio che si scioglie in bocca...bhe...è un'esperienza mistica che vale la fatica.
cromesquis di roquefort, polpette di roquefort



  • TOMINO FRITTO FARCITO DI SPECK E PERE: bhe, qui siamo nel Nirvana.Volevo già fare il tomino impanato e fritto per sfizio mio personale, ho cominciato ad associare le pere in virtù del famoso proverbio "al contadino non far sapere quant'è buono il formaggio con le pere", e poi mi sono detta, ma perché non aggiungerci dello speck? in genere questo formaggio lo vendono avvolto nel culatello o nello speck, io gliel'ho inserito in mezzo assieme alla pera. Lo speck si sente appena e dà quella nota affumicata che non ti aspetti in un tomino che è noto per la sua dolcezza, la pera invece dona quella sensazione di freschezza per contrastare il grasso del formaggio. Affondare i denti, e sentire prima il "crac" dell'impanatura, poi il morbido del tomino e poi ancora il "crac" della pera, è una cosa che solo gli extra amanti dei formaggi possono immaginare.
tomino fritto farcito di speck e pere

tomino fritto farcito di speck e pere



  •      CAVIALE DI SUCCO D'ARANCIA: la preparazione che mi ha divertito di più in assoluto. Nel piatto volevo mettere un'insalata di finocchi tagliati sottilissimi, che avrebbero alleggerito una cena non proprio leggera, e pensavo di condirla con olio e succo d'arancia, sempre per rinfrescare la bocca. Sarebbe stato carino mangiarla fra un formaggio e l'altro, sempre col mio prosecco a portata di mano! Poi ho visto come fare queste perle partendo da un qualsiasi alimento  liquido e... non ho più pensato ad altro! Ho infatti messo i finocchi tagliati a velo e di fianco, ma potevo anche spargerle sopra, ho messo due cucchiaiate di queste perle. Peccato che non ho pensato di farle anche col limone, sarebbero state carine tutte e due insieme!
caviale di succo d'arancia

     Siccome mi rimaneva un angolino vuoto, ho messo una fetta di speck e due fettine di pera, giusto per riprendere il tema. Non è stata una cena leggera, ma accompagnate dalle piadine morbide alle olive taggiasche è stata goduriosissima. Sono indecisa se per il peccato di gola di quella sera 3 paternoster  e 2 ave marie bastino, ma credo che sia meglio 3 diete ferre e 2 maratone! Ma lo rifarei anche domani!

Nessun commento:

Posta un commento