Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

mercoledì 9 ottobre 2013

Watermelon and vodka jelly: gelatina di anguria e vodka




"Süche e melòn a la sò stagiòn" Zucche e meloni vogliono la loro stagione, ovvero: ogni cosa a suo tempo (proverbio lombardo)

 
     Eh si, la stagione dell'anguria è la più bella. Ormai è arrivato il bigio autunno, si riprendono maglioni, si tirano fuori giacche e più avanti cappotti, l'estate è ormai solo un ricordo e non ci rimane che l'aspettativa della prossima. Ma l'ultimo pezzettino d'estate lo voglio mettere, col lavoro e altri impegni ho avuto poco tempo ma direi che...ora o mai più!!!

     Io che adoro l'anguria, non solo a fette ma frullata, in granita, nei long drink, nelle insalate, anche solo a pezzettini in una coppa di champagne, non potevo non fare questa cosa strana e tanto tanto simpatica, se la fate a dei bambini (senza vodka ovviamente) vi godrete i loro visini stupiti!!! E' praticamente l'anguria in gelatina, ma messa a rapprendersi nell'anguria stessa e....poi tagliata a fette come fosse un'anguria vera!!!! L'effetto è veramente da urlo, specialmente se gli ospiti non si accorgono della cosa e danno il primo morso: l'effetto sorpresa dipinto sulle loro facce è ridicolissimo! Non tralasciamo anche il fatto che è BUONA!

INGREDIENTI:
per 4 persone

  • 1/2 anguria baby
  • 5 fogli di gelatina
  • 1/3 di bicchiere di vodka
  • zucchero q.b.
PROCEDIMENTO:

     Semplice semplice e di grande effetto. Faccio una piccola premessa sulle dosi: queste sono le dosi per metà anguria di quelle piccine, niente vieta di usare 1/2 anguria grande ma ovviamente regolatevi con la gelatina e la vodka, nel caso raddoppiate o addirittura triplicate le dosi perché se mettete poca gelatina rischiate di ritrovarvi con un liquido semidenso, mentre invece noi l'anguria la vogliamo tagliare a fette come quelle vere e quindi deve essere molto ben sostenuta. Lo zucchero anche qui dipende, io quest'estate l'ho fatta 3 volte, 1 volta il succo era così dolce che non c'era bisogno di zucchero, le altre volte ho dovuto aggiungerne un poco, direi che esiste il famoso e poco conosciuto metodo scientifico per verificare se va aggiunto lo zucchero: assaggiarla! E adesso mettiamoci all'opera.

     Ho preso la mia bella anguria, quando l'ho comprata ho cercato di sceglierla di forma più regolare possibile.


     Con un coltello l'ho tagliata a metà per il lungo, cercate di fare un taglio ben netto.



     Il bello di queste angurie piccoline è che hanno pochi semi, anche se come sapore preferisco le grandi. Intanto ho messo la gelatina ad ammorbidirsi in una ciotola d'acqua poi ho scelto la metà da usare e ho iniziato a scavarla con un cucchiaio. Mi raccomando di stare attenti a lasciare il fondo integro senza buchi.



     Dovrete trovare un qualcosa dove appoggiarla per farla stare ben ferma e ben diritta, io l'ho messa in una ciotola che per pura combinazione era della misura giusta. forse un pelino più stretta ma quanto bastava per tenerla ferma e in posizione.

     Con la polpa che avremo tolto dalla metà anguria, e dopo aver tolto tutti i semini, la passiamo in frullatore. Quante volte mi sono fatta la polpa d'anguria frullata e bevuta gelata, nelle calde sere d'estate equivale a nettare e ambrosia!!! Questa polpa va però in un pentolino, perché bisogna scaldarla. Quando vediamo che è calda abbastanza, ma senza bisogno di farla bollire, aggiungiamo la dose di vodka che preferiamo (senza esagerare mi raccomando: anche se gelatinato l'alcol mantiene il suo potere alcolico) strizziamo la gelatina dall'acqua in eccesso e mettiamola nel composto, mescoliamo qualche minuto per amalgamare bene tutti gli ingredienti e poi possiamo spegnere


   
     Niente vieta di gratificare il cuoco con un poco di frullato d'anguria ben freddo e un goccio di vodka (ovviamente senza gelatina). E come dicevo in questa fase assaggiamo per vedere se c'è bisogno di zucchero.

     Appena vediamo che va tutto bene, facciamo intiepidire il composto, basteranno una ventina di minuti, poi versiamolo nella mezza anguria.



     Via in frigo. Io l'avevo preparato la sera per il giorno dopo. La mattina dopo ero curiosissima di vedere se era andato tutto bene perché era la prima volta che facevo l'esperimento, e....per capire meglio ho appoggiato un cucchiaino.




     Perfetta!!!! Ben sostenuta come volevo! Rimaneva solo da assaggiarla, e siccome non volevo tagliarla prima degli ospiti ho dovuto aspettare. Pensate che persino mentre la tagliavo a fette non avevano fatto caso che... non era proprio una vera anguria! Quindi ho tagliato l'anguria in 4 fette e l'ho servita a tavola alla fine del pranzo. Era venuta così bene che se ne sono accorti solo quando l'hanno assaggiata, davano per scontato che fosse vera, d'altra parte chi se l'aspetta una cosa del genere? ed era anche buona!!!! Un ottimo dessert freddo, leggero, adatto per l'estate quando si vuole fare qualcosa di diverso.

     Per rendere l'idea ne ho tagliato un pezzettino, spero si riesca a capire la tenuta della gelatina. Tagliarla non è stato affatto difficile e le fette erano belle compatte, veramente di grande effetto.



     E se si vuole proprio esagerare, delle gocce di cioccolato qui e là simulano i semini, io non li avevo quindi ho dovuto rinunciare ma mi riprometto di farla coi semini ma ahimè, la prossima estate! Quale altra frutta posso gelatinare in autunno /inverno? Qualcosa troverò...




2 commenti:

  1. Cavolo, bellissima idea questa gelatina, davvero molto deliziosa, brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aless, peccato che mi ricorda l'estate che se ne va.... vorrà dire che ormai aspettiamo la prossima:-) un abbraccio

      Elimina