Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

lunedì 14 ottobre 2013

Spaghetti alle cozze con porri e pepe verde


"Non c'è amore più sincero di quello per il cibo" (George Bernard Show, uomo e superuomo, 1903)


     Credo che un piatto di pasta con frutti di mare sia il piatto base e insostituibile per chi ama la pasta e il pesce. Sui primi di pesce si è inventato, cucinato, scritto, mangiato, di tutto e di più, quindi non credo questa volta di aver fatto qualcosa di inusuale o particolare, ma avevo voglia di metterla sul mio blog perché mi è piaciuto l'abbinamento che molto per caso ho scoperto ultimamente: cioè un primo ai frutti di mare con pepe verde. 

     Trovo che il profumo e il sapore del pepe verde si sposi perfettamente con molluschi e crostacei, e in effetti questo piatto quando è stato portato in tavola ha riempito la stanza di profumi. Ho usato il pepe verde in salamoia che mi è stato mandato dalla ditta Tec-al, un'altra delle mie collaborazioni che associo al profumo, perché i suoi prodotti e le sue spezie mi hanno sempre riempito la cucina con odori da mille e una notte. E il pepe verde che ho usato in abbinamento con le cozze non è stato da meno.

INGREDIENTI:
per 4 persone
  • una retina di cozze
  • un porro
  • uno spicchio d'aglio
  • pepe verde in salamoia Tec-Al
  • qualche pomodorino
  • qualche foglia di basilico
  • sale e olio EVO q.b.
  • 400 g. di spaghetti
PREPARAZIONE:

     Dopo aver pulito e lasciato spurgare le cozze, metto una pentola sul fuoco, la faccio scaldare bene, butto tutte le cozze e per qualche minuto a fuoco vivo le faccio aprire. In genere io sguscio almeno i 3/4 dei frutti di mare, per permettere a chi mangia di non dover usare le mani per aprire le cozze sporcandosi dappertutto e facendo quindi raffreddare il piatto. Una parte minima la lascio col guscio, vuoi per un effetto decorativo, vuoi perché anche il guscio conferisce sapore. E' un lavoro un po' lungo ma molto più comodo nel momento di mangiare.

     Dopo che ho preparato le cozze, posso cominciare a mettere la pentola dell'acqua sul fuoco. Intanto che aspetto che bolla preparo velocemente il mio condimento al pepe verde.



     Della ditta Tec-Al mi è sempre piaciuta soprattutto la confezione, molto colorata e particolare. Uno spicchio d'aglio affettato, un velo di olio EVO, e quando l'aglio inizia a colorarsi verso 3 cucchiaiate di pepe verde...mamma mia che profumo appena aperta la confezione! A chi sembra tanto 3 cucchiai di pepe verde, confermo che è una quantità più alta del dovuto perché con una parte di questo mi sono...tolta un piccolo sfizio. 



     Lo lascio sul fuoco bello vivo qualche minuto, schiacciando con la forchetta qualche grano, per esaltare ancora di più i profumi. Spengo il fuoco e preparo il condimento della pasta, velocissimo anche questo.

     In genere si usa l'aglio coi frutti di mare, io stavolta ho usato il porro, perché mi sembrava che la sua dolcezza andasse a riequilibrare il sapore un po' greve del pepe verde. Quindi affetto il porro, velo di olio EVO in una larga padella dove poi farò saltare la pasta,e facciamolo appassire.


     Mamma mia, fra il porro, il pepe, i frutti di mare, ero circondata da odori assolutamente splendidi! Appena il porro si è ben stufato, spengo il fuoco e verso le cozze. Non devono cuocere troppo perché se no diventano gommose, quindi sarà solo il calore della pentola a tenerle tiepide.


     Aggiungo anche qualche pomodorino tagliato in 4. Non deve fare il sugo, ma semplicemente appassire al calore. E una cucchiaiata di pepe verde. Quando gli spaghetti saranno quasi a fine cottura, accendiamo sotto il condimento una bella fiamma viva, e per un minuto facciamo saltare gli spaghetti per farli insaporire bene. 
     
     Un piatto semplice semplice ma pieno di profumi. Sui piatti prima di servirli spolvererò del basilico spezzato a mano grossolanamente, altro profumo sui profumi! E un pizzico di peperoncino non ci sta affatto male!



     E col resto del pepe verde cosa ci ho fatto? Bhe, non resistevo, quindi dopo aver tolto la cucchiaiata che mi serviva per la pasta, il resto l'ho fatto andare sul fuoco, ho aggiunto della crema di latte, e ne ho ricavato una salsina al pepe verde che la sera ho usato come "seasoning", cioè come condimento, di una bistecca alla piastra. Fantastico e versatile pepe verde, lo adoro!!! Un grazie a una ditta coi fiocchi, la Tec-Al.




Nessun commento:

Posta un commento