Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

lunedì 14 ottobre 2013

Appetizer finger food velocissimi, ottimi con un prosecco prima di mangiare


"Dopo aver letto un elenco dei possibili danni che l'alcool può recare alla salute...ho smesso di leggere" (cit. Henny Youngman, comico americano)


     Diciamo la verità: quando abbiamo ospiti, cosa serviamo con uno spritz, o un prosecco, o qualsiasi aperitivo abbiamo? Immagino olive, fettine di salame, qualche cubetto di formaggio..... Perché una volta tanto non facciamo qualcosa di gustoso, crocchioso, e sfizioso?

     Lo spunto l'ho preso da una delle mie collaborazioni, la ditta Grok, che molto generosamente mi ha mandato una bella confezione di salatini. La particolarità di questi stuzzichini? Il sapore netto e ben definito del grana padano! Senza contare che è senza glutine, quindi anche chi è costretto a seguire una dieta particolare può godere di qualcosa di gustoso, e questa è un'opzione assolutamente non trascurabile.

     Inutile dire che serviti in una semplice ciotolina assieme a olive, salame ecc.ecc vanno sempre a ruba, ma siccome a me piace complicarmi la vita non mi accontentavo di servirle così, volevo qualcosa che avesse un qualche "zing" in più. Dai e dai qualcosa ho tirato fuori.

INGREDIENTI:
  • 2 confezioni di Grok
  • un albume
  • mozzarella di bufala freschissima
  • cubetti di pancetta dolce
  • una manciata di pinoli
  • foglie fresche di basilico
PREPARAZIONE:

     Iniziamo prendendo le due confezioni di grok, io ho usato il gusto classico e quello con cereali. Ho messo il contenuto nel frullatore e li ho frullati finemente, polverizzandoli. 



     Ho preso l'albume d'uovo, e l'ho sbattuto per qualche secondo, giusto per renderlo più agevole da dosare. Bisogna metterlo poco a poco per trovare la giusta dose, se ne mettiamo troppo rischiamo di trovarci con un pappone senza coesione, invece noi vogliamo metterne il necessario che regga bene il composto. Meglio qualcosa in meno, si fa sempre a tempo ad aggiungere.

     Quando troviamo la giusta consistenza che rimanga bella compatta, aiutandoci con un coppapasta facciamo tanti dischetti, alti qualche millimetro e ben pressati, potete aiutarvi col dorso di un cucchiaio. Io li ho fatti piccolini, per due motivi: perché essendo in accompagnamento all'aperitivo dovevano essere piccini e perché avrebbero reso di più, ma se qualcuno vuole farlo come snack da mangiare davanti alla televisione non c'è assolutamente nessun problema a farli più grossi.

     Messi sulla carta forno e infornati. 180° forno già caldo (quindi accendetelo appena iniziate a prepararli) ci vuole molto poco per la cottura perché sono sottili. Dipende dai forni, nel mio ci ho messo una decina di minuti.


     Praticamente dovete toglierli quando sono ben dorati, occhio che ci vuole niente perché si...ehm...dorino troppo! Non hanno bisogno di cuocersi, devono solo compattarsi bene.



     Passiamo alla farcitura: ho messo la pancetta a cubetti in una pentolina senza aggiungere olio o quant'altro, si rosoleranno col loro stesso grasso.


     Ho tagliato la mozzarella a fette. Anche la mozzarella, soprattutto quella di bufala, non deve essere fredda di frigo, ma a temperatura ambiente, quindi l'avevo tirata fuori in anticipo. A temperatura ambiente rimangono più saporite e morbide. Un consiglio datomi anni fa da un produttore di mozzarella di bufala campana direttamente sul posto, mentre ero in ferie, ed effettivamente è risultato un ottimo consiglio, non ho più mangiato la mozzarella fredda di frigo.


     L'ultimo passaggio è stato tostare i pinoli.



     Tutto fatto! Sembra tanto, ma sono piccoli passaggi abbastanza veloci, ed è stato anche divertente. Componiamo il piatto. Metto un dischetto, e lo copro con la fettina di mozzarella


     Aggiungo due foglioline di basilico


     Chiudo con un altro dischetto, sopra metto un pizzico di pancetta e intorno al piatto pinoli e pancetta. Ecco fatto!


     Di effetto, gustosissimo perché il grana padano si sente ed è un gusto che non viene assolutamente coperto dagli altri ingredienti, ingredienti che possono essere soggetti a milioni di variazioni a seconda del gusto personale ovviamente! Adesso è il momento di goderci il nostro prosecco, con degli stuzzichini finger food un po' diversi dai soliti, grazie Grok.




Nessun commento:

Posta un commento