Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

lunedì 18 marzo 2013

Sorpresa al brie con semi di finocchio


"Pane e formaggio cibo da saggio" (proverbio italiano)



     Come dare torto alla vecchia saggezza popolare... l'altro giorno avevo voglia di qualcosa di stuzzichevole, saporito, e cremoso e anche filante.... pensa che ti ripensa ho deciso di fare una vera "maialata".

     Qualche giorno prima ho ricevuto dei campioni dalla Tec-AL, che ringrazio ancora, e ho cercato un modo di utilizzarli. Come mio solito mi piacciono le cose strane, così ho scelto questa ricettina (che non va bene per nessuna dieta purtroppo!!!) I campioni che ho ricevuto sono questi:


Non sono carini? Ma passiamo a vedere come ho utilizzato, in questo caso, i semi di finocchio selvatico.

INGREDIENTI:

1 forma di brie intera
semi di finocchio Tec-Al
2 confezioni di pasta brisèè
funghi
2 noci di burro
1 spicchio d'aglio

PREPARAZIONE:

Per prima cosa con aglio e burro ho preparato i funghi, facendoli semplicemente saltare in padella. Siccome non è stagione, io avevo dei gallinacci congelati, e ho usato quelli.

      Li ho cotti bene, e mentre aspettavo che si raffreddassero un pò ho iniziato a preparare il formaggio. Prima di tutto ho acceso il forno per farlo arrivare a temperatura, ho preso la mia forma di formaggio e l'ho tagliata a metà.



   
     Piccolo trucchetto: per tagliare a metà più agevolmente la forma, fate scaldare la lama del coltello sul fornello acceso: il calore farà scorrere comodamente il coltello senza impastarsi con la morbidezza del formaggio. Ovviamente andrà ripassato sulla fiamma più volte.

     Aperta a metà la forma, la cospargo coi semi di finocchio. A parte il fatto che appena aperto il sacchettino si è sprigionato per tutta la cucina un aroma splendido, sembrava di avere nella stanza un pot-purri a base di finocchio, veramente notevole.

     Ho quindi messo in una tortiera tonda il primo foglio di pasta brisèè e sopra ho adagiato la metà forma. In genere la pasta brisèè mi piace prepararla a casa, adesso con le planetarie è tutto molto semplice, ma purtroppo la mancanza di tempo è tiranna. Sopra la forma ho messo i funghi a cui avevo dato una passata di coltello per ridurli a pezzettoni. Ho poi richiuso il tutto con la restante metà di brie.




     A questo punto il più è fatto: ho sigillato la torta con l'altra sfoglia di pasta brisèè, ho cercato di chiudere bene intorno per evitare di far uscire il formaggio (sapevo già che sarebbe stato impossibile, la caratteristica del formaggio che fonde è quella di svicolare da tutti i pertugi) comunque ho cercato quantomeno di limitare i danni. Ho messo in forno ed ho lasciato SOLO il tempo necessario che la brisèè si cuocesse, non volevo far sciogliere del tutto il formaggio ma lasciarlo solo molto morbido.

      Appena cotta, ho tirato fuori dal forno il tutto e MI RACCOMANDO di non tagliare subito questa torta se non vogliamo che un fiume in piena di formaggio ci inondi!!! Io l'ho lasciata raffreddare un quarto d'ora... oddio, ci voleva almeno mezz'ora ma la curiosità di assaggiarla era troppo forte.



     Chiedo scusa per la carta da forno bruciacchiata ma era impossibile levarla fino a che la torta non si fosse raffreddata, correvo il rischio di spezzarla miseramente a metà, e ho preferito non rischiare e fare la foto così anche se non è bellissima. E questo è il risultato finale:


     I semi di finocchio si sono sposati alla perfezione con la cremosità del formaggio e il sapore dei funghi, e nonostante questi due elementi l'odore e il sapore si percepivano nettamente. E' stata veramente una cena goduriosa. Grazie ancora a Tec-al, che mi ha piacevolmente costretta a inventare qualcosa di sfizioso.

4 commenti:

  1. Risposte
    1. A chi lo dici..... magari mi piacesse solo l'insalata scondita :-)

      Elimina
  2. mamma mia che bontà!!!!!!! Bravissima!!!! Devo provarla...

    RispondiElimina
  3. Se ti piace il formaggio come piace a me è davvero da fare.... ogni tanto un poco di goduria alimentare ci vuole:-) grazie per i complimenti e a presto ;-)
    Cris

    RispondiElimina