Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

venerdì 22 marzo 2013

Pasta con ragù di fegatini di pollo


"baccalà, fegato e ova. Più che coce e più s'assoda" (proverbio toscano)


     Da fiorentina, adoro tutti gli arguti e alle volte irriverenti proverbi toscani! Ma la saggezza popolare ha ragione come sempre.

     L'altro giorno curiosavo in frigo senza avere nessuna idea su cosa preparare a mezzogiorno, quando vedo una confezione di fegatini di pollo. Pensa che ti ripensa, siccome la pasta la mangiamo solo a mezzogiorno e non la sera, ho cominciato a cogitare....
pasta ---> fegatini, fegatini ---> pasta, pasta ---> fegatini

     .....e pensa che ti ripensa, ecco il risultato delle mie elucubrazioni mentali!!!! Ovviamente per chi non ama il fegato e similia bypasserà questa ricetta (spero non tutto il blog!) ;-) ma chi invece li ama la troverà molto appetitosa perché era veramente ma veramente buona.

     Parte del merito però va anche alla pasta, che ho provato a seguito di una mia collaborazione nata con la casa del grano,  un'azienda sarda che fa della pasta veramente strepitosa. Io per questa ricetta ho scelto i Rigatini:




     Un grosso ringraziamento alla generosità di questa azienda va sicuramente dato, e adesso anche al gusto. Avete presente quelle paste scotte, viscide, che non tengono i condimenti? Bene, tutta un altra cosa!!! Intanto già a un esame visivo la pasta è bella rugosa, bella spessa, è sicuramente industriale ma NON SEMBRA come le solite paste, e già questa cosa mi aveva colpito favorevolmente. Anche il tatto non fa altro che confermare quello che già si vede. Sulla cottura poi è splendida, finalmente una pasta che si sente davvero sotto i denti! Senza contare l'ottima tenuta del condimento, credo che la foto iniziale, anche se io non sono una grande fotografa, renda bene l'idea.

     Potrei mai dare meno di 10 a questa pasta? Ormai siamo troppo abituati a pensare come la pubblicità vuole che pensiamo, ogni tanto dovremmo OSARE e assaggiare anche prodotti inusuali, alle volte le sorprese sono veramente piacevoli! Ma passiamo alla ricetta.

INGREDIENTI:

1 conf. di fegatini di pollo
sedano,carota, cipolla per il soffritto
1 bicchiere di vino rosso corposo
1 cucch. concentrato di pomodoro
2 foglie di alloro
sale, pepe q.b.

PREPARAZIONE:

     Intanto mettiamo sul fuoco la pentola con l'acqua della pasta. Facciamo un bel soffritto. Mettiamo nel frullatore le verdure e tritiamole grossolanamente. Siccome io sono una talebana della kitchen, in genere adopero il coltello, ma alle volte il tempo è tiranno, e il lavoro ti lascia con poco tempo a disposizione. Quindi ho derogato dalle mie auree regole e ho usato il frullatore, e ho tagliato le verdure grossolane.


     Padella, of course, una noce di burro e via sul fuoco. In genere coi fegatini ci metto l'olio, ma visto che dovevo condire la pasta stavolta ho optato per il burro.


     E ho lasciato con calma appassire il tutto a fuoco medio. Nel frattempo ho sciacquato benissimo i fegatini, li ho scolati, li ho messi su un tagliere e li ho tagliati a pezzettoni. Quando le verdure erano pronte, ho messo i fegatini



     li ho mescolati bene, e li ho fatto andare per qualche minuto sempre a fuoco medio. Non ci mettono molto a cuocere, quindi appena ho visto che avevano già una prima cottura, ho alzato la fiamma e ho versato un bel bicchiere generoso di vino rosso, io ho usato un buon barbera di 14°.

     Ovviamente 2 dita sono andate alla "chef" (cioè moi, se non si fosse capito) che ha l'arduo e purtroppo sgradevole compito di testare di persona tutti gli ingredienti, ivi compresi i vari barberi!!! E' un duro lavoro ma qualcuno deve farlo!!!

     Appurato che il barbera andava bene, ehm...anzi benone!! ho continuato la cottura ancora per una manciata di minuti.




     Ho preso un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro, e l'ho amalgamato al tutto aggiungendo solo adesso le foglioline di alloro. Ho fatto cuocere ancora fino a che non ho visto che era cotto, anche qui si tratta di circa 5 minuti. Questo sugo è stato velocissimo da fare, poco più del tempo che occorre per far bollire l'acqua.



     Lo si fa restringere a proprio gusto, e quando la pasta è scolata, la condiamo.





     Ma che spettacolooooooooooo!!!! E che profumi!!! Allora, intanto il sughetto si era più che dimezzato a causa di interventi estranei (mio figlio) che, armati di pezzettini di pane, continuavano a fare la scarpetta pur continuando a dire "a me il fegato non piace"... mistero....ho rischiato la vita ma sono riuscita a salvare il sugo necessario per condire la pasta!

     Grazie alla casa del grano che mi ha dato questa opportunità.

3 commenti:

  1. La pasta La Casa del Grano è una pasta peggiore di molte altre blasonate commerciali.. riconducibile ad una Barilla. Già infatti sospettavo guardandone i valori nutrizionali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità le opinioni personali sono sacrosante, ma è ruvida al tatto da cruda, tiene la cottura in maniera eccellente e il gusto è effettivamente buono... fra l'altro l'ho fatta assaggiare ad altre persone che mi hanno confermato le mie impressioni, quindi... vox populi ... :-) ciao e grazie di essere passato di qui :-)

      Elimina
  2. Un acquisto fatto bene ti premia nel tempo. Prova i rigatoni. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2Mzc3NTExMywxMDAwMDA1LHJpZ2F0b25pLmh0bWwsMjAxNjA2MTcsb2s=

    RispondiElimina