Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

domenica 17 febbraio 2013

Reginette con capesante all'arancia e crema di radicchio


"Acido, dolce, amaro, pungente, tutti i cibi meritan d'essere assaggiati" (proverbio cinese)


     Perchè no? Oggi ho azzardato due sapori che a prima vista  non sarebbero stati bene insieme e invece con mia grande sorpresa ne è risultato qualcosa di delicato e gustoso, il che prova che in cucina va sempre osato sperimentare!!!

INGREDIENTI:

Radicchio, 2 foglie a testa
capesante, per 4 persone circa mezzo sacchetto di quelle congelate
1/2 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 bicch. di vino bianco
1/2 bicch. di succo d'arancia
sale, pepe bianco, olio, burro

PREPARAZIONE:

     Iniziamo lavando bene le foglie di radicchio, e tagliandole grossolanamente. In una padella metto a stufare la mezza cipolla con qualche nocina di burro e un pò d'olio.



     Appena è appassita, metto il radicchio e faccio andare lentamente, bagnando a metà cottura con mezzo bicchiere di vino bianco secco. Si fa abbastanza in fretta, aggiustiamo di sale e pepe, appena vediamo che tutta la verdura è appassita ed è diventata di un bel color violaceo, spegniamo il fuoco e facciamo intiepidire un attimo, nel frattempo prepariamo le capesante.


     Un aglio tritato, o (per chi non lo ama) intero in modo da poterlo togliere appena cotto, una nocciolina di burro e un cucchiaio d'olio. Ho aggiunto anche il burro perchè ammorbidisce molto la preparazione. Essendo sempre molto parca di condimenti e di grassi ogni tanto posso permettermelo. Appena l'aglio ha preso colore mettiamo le capesante che nel frattempo ho tagliato a tocchettini, giusto per non lasciarle troppo grosse.


Ho bagnato col restante bicchiere di vino bianco, ho aggiustato di sale e pepe, ed evaporato il vino ho aggiunto il succo d'arancia, e ho lasciato ridurre a fuoco basso. Occhio perchè bastano pochi minuti. Mentre le capesante sono sul fuoco, ho dato un giro di minipimer al radicchio. Io l'ho lasciato non a crema ma granuloso, ognuno si regolerà a suo gusto personale.



     Ho aggiunto questa cremina alle capesante, ho spento il fuoco e ho amalgamato il tutto.



     Condita la pasta e via!!!! Un odorino veramente strepitoso e un gusto estremamente delicato, pensavo che il radicchio coprisse le capesante ma non è stato così, e l'acidino dell'arancia si sentiva appena ma addolciva il tutto. Veramente ottima!!!

2 commenti:

  1. Ciao io sono Ana Fooduel.com. Si tratta di un sito in cui gli utenti votare le ricette
    1-10.

    C'è una classifica delle migliori ricette e un profilo con le vostre ricette ritenute. Ogni ricetta ha un link al blog che fa la ricetta. In questo modo si ottiene il traffico al tuo blog

    E 'facile, veloce e divertente. Le ricette migliori foto saranno qui.

    Vi invito a partecipare, aggiungi il tuo blog e caricare una ricetta con una bella foto.

    Ci piacerebbe che partecipare con qualche ricetta come this.Look Amazing!

    saluti

    http://www.Fooduel.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ana grazie mille per le informazioni, ci faccio subito un giro :-)

      Ciao

      Elimina