Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

lunedì 3 dicembre 2012

Curry di calamaretti al cocco

Un piatto adattissimo ad accompagnarsi al riso alla creola

INGREDIENTI:

calamari 1/2 kg.
latte di cocco
cocco grattugiato
curry
cipolle
aglio
prezzemolo
noce moscata
sale, pepe q.b

PREPARAZIONE:


I calamari sono quei molluschi che in genere risultano sempre gommosi. Per cuocerli bene o vanno cotti pochissimo, o a lungo, l'intermedio li rende gommosi e sgradevoli da mangiare. Siccome non mi regolo mai con la cotture "breve", opto per quella lunga per non impazzire.Quindi:

Mettiamo i calamari o i calamaretti  in acqua fredda, mi raccomando è importante per non farli restare duri, e lessateli per una ventina di minuti.

Nel frattempo cipolla e aglio tritati sottili, se avete dello zenzero una manciatina tritato molto ma molto sottile, a soffriggere nell'olio. Se volete soffriggere il prezzemolo, mettete solo i gambi anche loro tritati sottili, le foglie le aggiungete a crudo o prima di spegnere la pentola, questo perché altrimenti darebbe un sapore amarognolo alla preparazione.

Dopo aver soffritto il tutto aggiungiamo il curry e una spolverata di noce moscata, e allunghiamo col latte di cocco. In genere si trova già pronto in lattine, ma se non lo trovate, basta che mettiate del cocco secco grattugiato (si trova dappertutto in bustine) in una ciotola, lo coprite con acqua bollente (la togliete dal fuoco quando arriva a bollore) mescolate bene e lasciate riposare per un ora e mezzo circa. Dopo lo filtrate con uno straccio, premendo bene per far uscire tutto dallo straccio, e avete il vostro bellissimo e profumato latte di cocco. La polpa si può utilizzare ancora 1 o due volte.

Quindi dopo aver messo il latte di cocco facciamo andare a fuoco molto lento finché la salsina non si riduce e diventa densa. Assembliamo il tutto.

Prendiamo i calamari, copriamoli di salsina al curry togliendo quella in eccesso, mettiamoli in una teglia e impaniamoli di cocco grattugiato: 5 minuti in forno col grill acceso, che faccia la gratinatura  e via nei piatti accompagnati dalla salsina al curry!

Enjoy!

Nessun commento:

Posta un commento